Piccoli passi ma sicuri per conquistarla!

Piccoli passi ma sicuri per conquistarla!

Cosa fate quando vedete una donna di cui vi sentite attrati?

Evitate di guardarla o la avvicinate?

Le rivolgete qualche frase memorizzata da Internet?

Esitate per alcuni minuti, cercado invano di intuire quale potrebbe essere la maniera piu appropriata per inziare la conversazione?

Come dovreste procedere?

Quando si tratta di avvicinare una donna, lo sbaglio più comune della maggior parte degli uomini è che ci impiegano troppo tempo per pensare come dovrebbero agire o cosa dire “in apertura”. Loro ritengono che ci sia una “frase magica”, che funziona in qualsiasi momento, ovunque e con chinque... indipendentemente dalla situazione. Ma la verità è che le cose non stanno affatto così. Paradossalmente, quello che dite, in realtà, non è poi cosi rilevante. Attirare l'interesse di una donna avviene nella maggior parte dei casi, esclusivamente in seguito all'atteggiamento assunto nel mometo in cui la avvicinate. Il linguaggio non-verbale, lo sguardo, il tono della voce, la fiducia in sè stessi e cosi via, tutto ciò contribuisce a “quel qualcosa” in più che vi distingue oppure no... dalla grande massa dei concorrenti profani, insignificanti.

Trattandosi di un breve articolo, procederemo direttamente con una serie di piccoli “passi”, che se seguirete con attenzione, riuscirete spesso ad avviare con successo un'interazione con le persone del sesso opposto.

 

1.-LA SPONTANEITA'.  Come potreste essere spontanei? Molto semplice. Notate una donna di cui vi sentite attrati? Avete a disposizione 5 secondi per avvicinarla! In questo modo, non avrete più tempo di pensare a quello che succede nel caso in cui si verrà rifiutati, tormentandovi con i brutti pensieri che potrebbero inibire la vostra iniziativa. Ricordate! Non esiste nessuna frase universalmente valida che riscontri successo in queste situazioni. Esiste solo uno stato di grazia che potrete trasmettere... se volete veramente!

 

2.-IL SORRISO. Sorridete! Questo è un messaggio subliminale molto efficace, che instaura indirettamente ma in modo certo, nella mente della potenziale partner, che siete una persona amichevole e la avvicinate con buone intenzioni. Inoltre, mostrando i palmi aperti rappresenta un altro piccolo dettaglio mimico che potete compiere, in quanto suggerisce non-aggressività (le persone si sentono in sicurezza quando vedono le palme di colui che si avvicina, a causa del gesto istintivo proveniente da tempi antichi, quando lo stesso veniva fatto per dimostrare l'assenza di pietre o altri oggetti che avrebbero potuto essere utilizzati in una potenziale aggressione). È fondamentale che l'ingresso nello spazio “di sicurezza” di una persona non venga percepito come un atto cordiale, gentile e addirittura intimo. In nessun modo dovete mostrare un espressione del viso troppo seria. Non vorreste mica essere considerati “degli strani individui”.

 

3.-IL LINGUAGGIO NON-VERBALE. Fate molta attenzione al linguaggio non-verbale (gesti, espressioni facciali, l'atteggiamento, ecc), perché è l'aspetto più evidente che l'interlocutrice nota (inconsciamente). Se avvicinerete una donna con la testa abbassata, avete perso ancor prima di iniziare a pronunciare una parola. Quindi, rimanete sempre dritti, lo sguardo davanti a sè, il petto leggermente fuori, le spalle tenute leggermente indietro e l'andatura rilassata. Non esagerate. In caso contrario, il vostro aspetto assomiglierà ad una persona imbottita di steroidi che cercherà di essere “gentile”.

 

4.-MOVIMENTI LENTI. Nel momento in cui vi avvicinate nel tentativo di iniziare un dibattito, non fate movimenti bruschi o “robotizzati”. Analizzate con oggettività il proprio modo di vestire e non illudetevi di apparire in un modo, solo perché lo immaginate. Lo specchio sarebbe un buon “consigliere”. Camminate con calma, con una certa lentezza... in modo da sembrare sicuro e naturale.

 

5.-IL CONTATTO VISIVO. Mantenete il contatto visivo. Non dovete mai essere colui che rompe quel ponte invisibile verso gli occhi della persona che state appunto per conoscere. Se fate ciò, la persona in causa avrà la sensazione sia che non vi sentite a proprio agio sia che le vostre intenzioni non siano del tutto sincere. Un contatto visivo profondo, suggerisce indirettamente (a livello mentale), che si ha del carisma, si è sicuri della propria personalità, e ciò è esattamente quello che vogliono la maggior parte delle donne.

 

6.-IL TONO DELLA VOCE. Non usate un tono troppo grave nel momento in cui avvicinate una donna. L'immagine dell'individuo privo del senso dell'umorismo, sobrio e austero non è esattamente adatta (anche se la società ci ha insegnato che un tale atteggiamento riscontri successo). Sarebbe consigliabile di avere una voce con inflessioni vocali scherzose, accompagnata obbligatoriamente dal sorriso. Dovreste essere quel tipo di uomo che sa come intrattenere. Attenzione però... non trasformatevi in un pagliaccio!

 

7.-NON ENTRATE NELLA SUA ZONA DI COMFORT. La maggior parte dei “maschi”, nel momento in cui avvicinano una donna, ritengono opportuno chinarsi un pò, come se volessero ricevere pietà dalla donna alla quale si rivolgono; infatti loro pensano che addottando un tale atteggiamento corporeo, conferiranno alla loro azione un'aria innocua, innocente. La donna generalmente assume una posizione dritta, piuttosto infatuata. D'altronde, questa rappresenta anche la sua forma istintiva di difesa, nel tentativo di dissuadere qualsiasi forma di violazione della propria prossimità. Inoltre, se l'uomo si inchina troppo, invadendo la zona privata di colei a cui si rivolge, questa si chinerà leggermente indietro, aumentando ancora di più l'abisso comunicazionale e lasciando chiaramente l'impressione di un valore sociale superiore che vuole preservare schiacciando in questo modo e senza nessuno sforzo, l'aria “infallibile” che ogni concorrente vorrebbe gli venisse suggerito.

Che cosa si puo' fare in merito?

Dovreste avere un pò più di fiducia nella vostra presenza come uomo. Dovete stare dritti, anzi chinarvi un pò indietro quando entrate nella zona di una persona sconosciuta, in modo da infondere un pò il desiderio di mantenere una certa distanza e di non essere così familiare fin dal primo momento, “costringendola” a piegarsi o addirittura di fare un passo in avanti per potervi sentire. In questo modo, vi concedete a livello di suggestione sensoriale un'importanza più pronunciata e quindi, un maggiore interesse.

Ora, visto che conoscete tutti questi passi, è arrivato il momento di:

 

L'APPROCCIO INDIRETTO.

Cosa significa questo approccio indiretto?

Significa non mostrare interesse per la persona avvicinata sin dai primi momenti della conversazione, lasciando l'impressione che siete attrati da lei per un motivo completamente diverso, che quello di essere una bella donna. (non per nulla, ma sono in tanti a farlo, e dovete portare qualcosa di “nuovo”).

In sostanza, tutto ciò che dovete fare è di chiedere la sua opinione in merito a qualcosa.

È molto importante capire che il ruolo di questa mossa sulla metaforica scacchiera della seduzione, non consiste nel far si che una certa persona si senta attrata da lei, ma solo provocare conversazione.

Per questo motivo, “l'Apertura”, dev'essere estremamente breve (al massimo un minuto). Dopodichè, potrete passare alla fase successiva, in cui attraverso l'improvisazione dipendente dalla circostanza in cui vi trovate, proseguite con la conversazione, portandola con abilità verso la direzione che vi interessa...

Ci sono 5 cose ESSENZIALI, che dovete prendere in consicerazione nel momento in cui decidete di avvicinare una donna usando il metodo indiretto:

1.-LA PAUSA. È assolutamente essenziale attirare l'attenzione prima di iniziare a pronunciare le parole di “Apertura”. Un saluto quanto più cordiale, pronunciato con un tono “orrecchiabile”, dopodichè una breve pausa per obbligare la vostra interlocutrice a dargli il giusto interesse, rappresenta la soluzione ideale. La pausa rappresenta la componente chiave per quanto riguarda avvicinare una donna! Se non dovesse girare lo sguardo, significa sia che non avete parlato abbastanza forte sia non avete mostrato “l'autorita” necessaria in un tale processo, sia... “fa finta di nulla”. In ambedue le situazioni è preferibile abbondonare “l'assalto”. Le cose possono assumere un valore ridicolo o imbarazzante, e ciò non fa bene al proprio orgoglio portando inevitabilmente alle cause delle delusioni precedenti.

2.-IL FALSO VINCOLO TEMPORALE. Quando vi rivolgerete per la prima volta ad una persona sconosciuta, la prima domanda che questa si porra sara: “Chissa per quanto tempo si siederà accanto a me?” Per questo motivo, e ESSENZIALE che nei primi 30 secondi, diciate utilizzando un tono allegro, ma altrettanto rassicurante qualcosa tipo: “Non posso fermarmi più di alcuni secondi. Sono in compagnia dei miei amici...!” In questo modo, eviterete il disagio che potreste recare a colei che vi rivolgete. Fate attenzione affinchè la frase sia positiva e non viceversa. La formulazione positiva sarebbe: “Non posso fermarmi per più di qualche secondo, devo tornare dai miei amici.” mentre quella negativa “Mi fermo solo per un secondo dopodichè non ti darò più fastidio”. Pronunciando queste ultime parole, fate capire alla vostra interlocutrice che siete una persona... noiosa a priori! Invece, è tutta un'altra cosa se alla fine dell'incontro, userete l'idea di noia in un contesto più ispirato: “Ora me ne vado. Ti ho già annoiato abbastanza!”. Nel 90% dei casi la risposta sarà negativa (nel senso che non l'avete affatto annoiata) e che può trasformarsi facilmente in motivo per riprendere la conversazione... magari per un' altra volta. È il momento giusto per chiedere il suo numero di telefono.

3.-IL MOTIVO. Se la donna non crede che la vostra intenzione rifletta veramente un desiderio reale e sincero, può interpretare questa mossa, come un tentativo di avvicinarla solo per un'abitudine riflessa e quotidiana, che fate ogni volta che avete la possibilità, senza molto discernimento circa la qualità delle persone così interpellate (che probabilmente accade anche in merito alla propria persona molto spesso, non essendo una circostanza alquanto piacevole). Per questo motivo si consiglia di essere quanto più naturale possibile, esprimendovi esattamente come sentite di dover fare in merito a quello che vi trasmette la personalità di colei che desiderate conoscere.

4.-ADATTABILITA'. Benchè un grande numero di donne sostenga che il loro uomo ideale sia quel individuo educato, cortese, attento e gentile, in realtà, questo desiderio è solo una misura precauzionale dovuta all'incertezza imposta dal suo aspetto fisico e del suo comportamento “inoffensivo”. Vogliono semplicemente accertarsi che una possibile interazione con un uomo si svolgerà su un terreno a loro favorevole.

La sorpresa avviene peroò dopo aver avuto la certezza di aver trovato l'uomo che voleva e improvvisamente non vuole più che costui sia cosi noioso nelle dichiarazioni, restando in attesa che costui passi alle cose più “selvagge”. In quanto all'improvviso, non vuole più un uomo tipo office, bensì un motociclista.

Questa sindrome non è dovuta ad un atteggiamento incompreso della donna o ad una maniera complessa di pensare. È rigorosamente il risultato del fatto che gli uomini hanno abituato le loro compagne all'idea che faranno “di tutto” per loro. Dunque, se si è disposti a fare qualsiasi cosa... perchè non dovrebbero trasformarsi da un momento all'altro in quello che le donne hanno voglia di vedere, sentire o amare? Perché in fin dei conti hanno ragione. Non sono state mica loro ad aver chiesto la luna, vero?

Così, per far fronte a tali requisiti, dovete essere sempre pronti a svolgere il ruolo che sentite vi sara chiesto indirettamente, a seconda dello stato d'animo in cui la donna stessa si trova.

Una donna che si ritiene soddisfatta da questo punto di vista e potrà dichiarare che non si è annoiata accanto a voi, potrete inserirla nel capitolo: CONQUISTATE.

5.-MANTENIMENTO DELLA DISCUSSIONE. Non dovete minimamente pensare che i vostri argomenti preferiti in materia di conversazione siano anche di gradimento delle donne. No! La politica, lo sport, le auto, i giochi d'azzardo, gli affari sono aspetti che le eredi di Eva ritengono infantili o al massimo attivita in seguito alle quali possono trarre profitto, ma in nessun modo perdere del tempo trattandoli nelle conversazioni.

Ponetele costantemente e con tanto interesse, domande sul profumo che usa, l'abbigliamento scelto, sui gioielli che indossa- in particolare gli orecchini-, le riviste che legge o le diete alle quali ricorre “per mantenere un corpo così attraente” (e quindi le fate anche un complimento totalmente irresistibile). Sarete sorpresi di quanto le donne vogliano discutere di questo argomento. Non sarebbe male se di tanto in tanto, anche voi sfogliaste qualche rivista femminile. Tenete il passo con tutto ciò che significa moda, cosmetici, accessori o anche pettegolezzi della vita mondana.

Non bisogna mai interromperla e non abdicare dalla gestica che suggerisce che siete realmente affascinato da questi argomenti (anche quando sentirete scoppiarvi la testa in merito a tanta informazione stupida). Ad un certo punto, dopo aver esaurito le risorse o annoiandosi lei stessa della sostanza della discussione, abbandonerà sè stessa nella sensualità di uno scambio di idee che vi porterà... a raggiungere l'obiettivo proposto.

Quando cercherete di entrare nella vita di una donna, ricordatevi che sono stati proprio gli uomini ad averle abituate ad essere viziate, coccolate e disinteressate ai problemi dell'esistenza reale. Non è quindi colpa loro e devono essere trattate di conseguenza.

Buona fortuna!