La scelta dei film per adulti (per le donne)

La scelta dei film per adulti (per le donne)

Data la popolarità ed il sistema a "larga scala" in virtù del quale vengono prodotti i capolavori XXX, se gli extraterrestri venissero sulla Terra, dedurrebbero che, dopo l’acqua, l’aria, il cibo e l’intesa tra gli stati, la pornografia è un elemento assolutamente necessario per il sostentamento della vita sul pianeta.

Le signore interessate al contatto con i lampi di genio di questo settore hanno, pertanto, da dove scegliere. Il problema è assieme a chi e come.

L’arte erotica, nella sua forma pura, può essere ammirata con una buona amica, sul principio "come tra donne", da sole (per il desiderio di approfondire il rapporto con la propria persona) o assieme a "qualcuno", ovviamente, preparato spiritualmente in merito a ciò che possa poi accadere successivamente...

Anche se non è stato ufficialmente certificato, alcuni dicono che il numero dei film per adulti superi quello dei granelli di sabbia. La loro gamma raggiunge una varietà da invidiare, poichè esistono materiali indirizzati ai romantici incurabili, con attori messi ad articolare (shock) parole nei primi 5-10 minuti dell’incontro e solo dopo passare all’azione accompagnata da onomatopeia; storie eccentriche con protagonisti multipli oppure distribuiti in modo decisamente strano, destinati a coloro che vogliono superare i confini della normalità (a volte noiosa), avendo però tutti un comune denominatore... alla fine, sono coronati da orgasmi quasi impossibili nel mondo reale.

Abbracciare l’idea di visionare una "proiezione" del tipo, non deve spaventare nessuno. Le tendenze voyeuristiche si trovano ad ogni angolo. Nel caso vi ritrovate nella categoria delle principianti, respirate profondamente e pensate a quale tipo di creazione sareste disposte a trascorrere una piccola parte della vostra vita.

Vorreste assistere alla ripartizione dei "diritti" e degli "obblighi" nell’ambito di un orgia? Ricordarvi di un ex amante e delle sue prestazioni perfette? Chiarire il mistero del meccanismo amoroso tra le lesbiche? Sospirare nostalgicamente per una avventura di vecchio stile basata su molti baci e abbracci? O desiderate un cocktail di elementi folli?

Benissimo, l’ambiente online è a vostra disposizione per qualsiasi cosa. Le società cinematografiche e televisive, uguale. Potete comodamente sedervi sul divano, con i popcorn in una mano e il vibratore nell’altra (anche perchè il loro utilizzo simultaneo non sarebbe la migliore delle scelte), e poi, lasciatevi preda della vostra immaginazione...

La diversità abbonda! Se volete anche un pò di romanticismo, non solo penetrazione selvaggia, indirizzate la vostra attenzione verso i film con un certo... "argomento". Non vi aspettate una regia complessa, una "epopea" originale con personaggi che discutono di questioni esistenziali e fanno amore metafisico con lo scopo di conoscere il senso della vita. Troverete, al massimo, una trama relativamente coerente, illustrata anche in modo diverso rispetto ad un immenso pene che penetra con pathos tutti gli orifici disponibili.

Le registrazioni con un minimo di dialogo, storia narrativa e fine apparentemente divagato da quello puramente carnale, spesso sembrano molto poco convincenti, situazione in cui vi rimangono, per l’analisi, commenti e "allenamento", quelle classiche.

D'altronde, se sentite la necessità di femiliarizzare con l’universo dei feticci, seguite le produzioni fuori dal comune, ottime per riformare il concetto di sesso. Erotismo duro, comportamenti bizzarri (almeno per chi non lo sapesse), maschere, abiti di pelle o di lattice, manette e diversi altri "strumenti".

Allorquando la vostra motivazione coinvolge un fine educativo, è buono sapere che la pornografia tronca "un pò" la verità statistica. Al di là dello schermo/monitor, i maschi hanno dotazioni incredibilmente grandi, resistenti ed irresistibili, tanto che nessuna donna riesce a trattenersi nel strapparsi i vestiti da dosso. D’altra parte, le donne sembrano dividere la loro esistenza tra palestre, centri di bellezza e spiaggie con un sole esattamente dosato per una perfetta abbronzatura. Negli atti fisici... beh, durano più di una batteria di un telefono inutilizzato!

"Le storie" licenziose esagerano da molti punti di vista e creano aspettative sovradimensionate. Hanno piuttosto un ruolo edonistico, non uno istruttivo. Fasciano le ferite nei momenti di tristezza e di solitudine, ci fanno compagnia quando fuori piove, riscaldano l’atmosfera al posto di preludi e alimentano le inclinazioni voyeuristiche dell'uomo, ma non devono sostituire l’educazione (sessuale) fatta di libri, studi, materiali documentati o anche dall’èsperienza di altri (se non quella personale).

I loro grandi vantaggi consistono però, proprio nel "supporto" concesso per l’approccio rilassato e disinibito della propria vita intima.