L’amore a pagamento

L’amore a pagamento

Siamo abituati a vedere delle belle donne a braccetto di uomini... meno belli e, solitamente, molto più anziani. Nella stessa misura, anche il “sesso forte” (ma giovane) sceglie a volte di consolidare la loro situazione finanziaria accanto ad una donna ricca e con un pò più di esperienza... per quando riguarda la vita.

Perché accade ciò? Semplice. Per la conservazione e la perpetuazione della specie. Sin dai tempi antichi, quando l'uomo abitava nelle grotte e ammirava le sue pitture rupestri (usanza riscontrata tutt’ora mediante l’affissione di manifesti raffiguranti le automobili, le donne o gli uomini sulle pareti della camera da letto), la sopravvivenza della specie umana veniva condizionata da tre fattori essenziali: il CIBO, la SICUREZZA e il SESSO. Di conseguenza, la donna (“il sesso debole”) sceglie l'uomo più forte, in grado di cacciare e proteggere la grotta, e quest’ultimo sceglieva la partner dai seni più grandi e dai fianchi quanto più ampi affinchè potesse essere in grado di “reggere” e, quindi, procreare prole sana.

Da allora fino ad oggi, le cose nella loro essenza non sono cambiate in modo significativo. Al massimo... si sono evolute (come mezzo di giustificazione e di manifestazione), acquisendo significati che la società una volta col modernismo, ha sentito il bisogno di avvolgerle in delle apparenze quanto più sofisticate (ed ipocrite) per dare loro delle valenze di “moralità”, legittimità o, perché no, elitarismo. E insieme agli intrecci di questo complicato “progresso”, è apparso addirittura un nuovo concetto, estremamente contagioso e malato: I SOLDI.

Le donne cercano tutt’ora uomini con fervore uomini abili, il lato selvaggio si è trasformato in “giungla urbana”, e la potenza e la protezione si sono concentrate in un denominatore comune, adattato alle nuove condizioni di vita: la potenza finanziaria. Anche se non sempre si tratta anche di potenza... fisica, intelligenza o altri tratti o abilità (determinanti in un rapporto romantico), per garantire il proprio benessere e la tranquillità della mente, la donna è disposta (frequentemente) ad ignorare questi... “piccoli dettagli”.

In fin de conti, chi non vorrebbe girare per i negozi in compagnia della carta di credito del partner, senza pensare troppo al prezzo delle scarpe firmate (così ben esposte in vetrina), senza dar troppo peso a quanto costi la borsa che si abbina PERFETTAMENTE alle rispettive scarpe o all’importo da capogiro di tante altre piccole “sciocchezze”, per poi finire il pomeriggio con una visita assolutamente necessaria e confortante al centro di bellezza oppure al caffe bar dove si incontrano di solito le “ragazze” (le sue amiche, tutte sposate con delle persone importanti). E affinchè la giornata acquisisca il valore di una vera pagina tratta da una favola, una volta arrivata ​​a casa e dopo aver gustato un’ insalata di verdure o frutta, perché è a dieta e desidera solo ed esclusivamente stendersi per un pò nella sala relax, chiama “quel” ragazzo sexy e giovane, che fa un massaggio incredibilmente rinfrescante.

Paradossalmente, le combinazioni apparentemente stravaganti “mi dai... ti offro”, prestano onestamente e in maniera perfettamente funzionale, il carattere di alcuni scambi equi, soprattutto attraverso i risultati finali: la specie è protetta e si perpetua e benchè molti non capiscano come si realizza, la selezione naturale si ottiene solo mediante criteri noti solo alle donne.

Se ci riferiamo agli uomini coinvolti nelle “battaglie sentimentali” sin dalla preistoria ad oggi, le cose non sono cambiate quasi per nulla. I loro sguardi continuano a cercare ugualmente grandi seni e posteriori sporgenti (come dei veri e propri radar specializzati solo per quanto riguarda “il lato sporgente”), e il pensiero della riproduzione si materializza “visibilmente” per tutto il tempo.

Al di là degli istinti specifici degli uomini, dovremmo ammettere, tuttavia, che un individuo con soldi risulta più disinibito, più propenso all'avventura e, non meno importante, può permettersi stravaganze rispetto che un giovane con uno stipendio da “debutante” che vive ancora con i genitori e proprietario di un piccola auto di poca cilindrata (ricevuta magari come regalo di laurea) può solo sognare.

Per trovare tali “protettori”, ogni donna dispone del suo piano e delle sue tecniche ben definite (per tempo e nei più piccoli dettagli). Molte volte, però, deve essere preparata a ricevere rifiuti, anche se la fiducia nella propria presenza e bellezza è sconfinata, e l'immagine mostrata dallo specchio conferma sensa nessuna estazione che sia “il miglior partito”. I soldi rannicchiati nelle tasche degli uomini, portano con sé anche una serie di richieste un pò più raffinate, più selettive. Quindi, se i pianeti si sono allineati in maniera errata, Marte è retrogrado nella casa dell’amore e il karma fa di testa sua, le pretendenti possono imbattersi contro un uomo d’affari che analizza attentamente la loro “offerta”, proprio come accade su Wall Street, concludendo alla fine con il cinismo tipico dell’investitore di non possedere un portafoglio di quote vitale per quanto riguarda la borsa del sesso. Ma questo non è un motivo per lasciarsi prendere dalla disperazone. Un detto antico dice: “Non si deve mai correre nè a presso al bus nè tantomeno appresso agli uomini. Arriverà un altro... sempre!” Nel mondo ci sono un sacco di altri “papà” desiderosi di intraprendere un rapporto con delle donne ingenue, “deboli”, alle quali offrire il loro aiuto, “crescerle” e proteggerle, proprio come un artista (meno vizioso), che progetta e ammira (allo stesso tempo) il suo lavoro.

Naturalmente, il problema può essere visto anche al contrario, perché ci sono anche delle donne ricche (in età rispettabile), che si orientano a condurre la loro esistenza accanto a degli uomini giovani. Anche se il loro numero è più ristretto e i casi in discussione meno sfruttati dai media, l’esisteza non può esserle contestata. Dal punto di vista sociologico, la spiegazione di tali unioni ha le sue radici negli antichi resti del matriarcato, periodo durante il quale la donna ha rappresentato “il pilastro della casa” ed era lei ad avere le maggiori responsabilità familiari o di gruppo.

Di solito, gli uomini percepiscono le donne che si trovano alla seconda giovinezza come delle persone più tolleranti e comprensive, a differenza delle signorine ossessionate dal controllo, gelosia e il proprio look, per la cui “manutenzione” o “prova d'amore”, ci vogliono costi che superano di molto le dimensioni di un budget di buon senso.

Gli uomini amano essere curati e anche guidati (fino a un certo punto... ma molto noto alle donne più mature). Raramente trovano queste caratteristiche in una ragazza della loro età.

Le donne con esperienza di vita e posseditrici di (molti) soldi, hanno una certa saggezza particolare, essendo considerate dirette e decise, specialmente per ciò che riguarda i desideri che hanno (principalmente nella camera da letto). Inoltre, hanno gia soddisfatto da molto i classici desideri imposti dalla routine sociale: marito, casa, bambini, e le aspettative da parte di un potenziale nuovo partner (piu o meno “ufficiale”) si sviluppano questa volta tra i regni delle avventure, del relax e delle emozioni vissute al massimo.

Conclusione: Nelle condizioni in cui il deiderio di arricchimento (la maggior parte delle volte indisciplinato ed intravisto per vie quanto piu semplici) determina sia le donne, che gli uomini ad essere sempre piu egoisti e preoccupati solo del proprio interesse, facendo della Carta di Platino lo scopo supremo della loro esistenza, la relazione con una persona “interessante” dal punto di vista materiale sembra essere la strada migliore da seguire. Non per altro, ma dall’esperienza deludente di molti altri “innamorati”, l’amore è sublime, ma... manca decisamente.

Ed ecco, arriviamo alle parole di Macchiavelli: “Il fine giustifica i mezzi.”