Inedito… sul sesso

Inedito… sul  sesso

Il sesso è un “settore” accattivante non solo dal punto di vista pratico, ma anche teorico (sempre sorprendente e variato), rivelando ogni genere d’informazioni utile per coloro che vogliono godere d’esperienze quanto più inedite possibili, assimilate con l’insazietà, fino alla fine.

Si, fino a quel punto che necessita un allenamento perseverante, ma anche conoscenze su misura. E non qualsiasi tipo di conoscenze, ma di quelle che non si sentono per la strada.

Come ad esempio:

1.-Quando vogliono implicarsi in una relazione occasionale, le donne valorizzano di più l’aspetto di quanto facciano gli uomini. Anche se lo stereotipo dice che i maschi sono conquistati dalle forme, e le donne dalle parole, dalla simpatia, dall’intelligenza, dalla professione, dalla carta di credito, dalla casa di vacanza, dalla macchina, dallo stato sociale o qualunque altra cosa oltre la “presenza fisica”, gli studi rimuovono senza equivoco questa teoria. Poichè, sembra (almeno statisticamente), che le signorine siano molto più pretenziose riguardo il desiderio superficiale di scegliere “imballaggi” attraenti, in confronto agli uomini, anche nel caso di alcune semplici avventure puramente carnali. Questo poichè probabilmente gli uomini s’accontentano in generale, con chiunque gli “capiti”, mentre le donne, categoricamente... no!

2.-Le donne single reagiscono in modo positivo alla “fede” sul dito di un uomo. Gli individui già “presi”, esercitano un’attrazione molto più grande sulle signorine disponibili, di quanto lo facciano i celibi. E la spiegazione potrebbe risiedere non necessariamente nella provocazione (veramente peccaminosa) di rubare la “proprietà” di un’altra, quanto nella garanzia che offrono gli uomini sposati (sono di buon cuore, potenti, interessanti e carismatici). Lo stesso stato sociale ne prova le qualità, non è così? In caso contrario, sarebbero rimasti, certamente, da soli e non amati.

3.-Il libido delle donne è sensibile alle scene romantiche dei film. Le giovani donne reagiscono ai momenti romantici della televisione non solo con due-tre lacrime deboli a lato degli occhi, un sospiro sincero seguito da “Che dolce!” o il classico rimprovero sbattuto in faccia con rabbia “Tu non ti comporti mai così affettuosamente con me!”, ma paradossalmente, anche con un grande appetito per... “l’accoppiamento”.

Le ricerche avanzano l’ipotesi che le donne si sentano più stimolate dal punto di vista sessuale quando seguono la scena di un bacio passionale, piuttosto che la visione di una ripresa diretta d’amore esplicito (sia esso anche in tre). Il vecchio romanticismo cattura loro i sensi in una maniera straordinaria, e così, per quelli interessati, si può concludere che i preliminari melodrammatici, svolti (preferibilmente) allo specchio, possono aiutare con successo la creazione della disposizione necessaria per i “seguiti”... piacevoli.

4.-L’estradiolo predispone all’infedeltà. Se fino ad adesso si credeva che solo l’infelicità in amore, le sciocche abitudini, il pensiero di vendetta o l’incapacità d’autocontrollo potevano favorire il comportamento d’infedeltà, ecco che la scienza promuove anche un’altra teoria destinata a far luce sui casi di “versatilità” femminile.

Gli studi rilevano il fatto che una grande concentrazione d’estradiolo (ormone secernato dalle ovaie, del quale livello varia in funzione del ciclo mestruale), porta all’intensificazione del sex-appeal (l’aumento del busto, riduzione della taglia, formazione dei fianchi), trasformando la donna in causa, in una “preda” desiderabile per tutti gli uomini che non sono impressionati dal fatto che questa “appartiene” già ad un altro.

E, con quanto l’insistere dei Don Juan d’occasione diventa persistente, di tanto cresce anche la possibilità che le signorine cedino infine alla tentazione d’una notte di libertinismo sessuale. Ma nessuno le critichi! L’estradiolo è il colpevole!

5.-Gli uomini sono attratti dalla voce delle donne durante le mestruazioni. Gli uomini sono molto più recettivi dal punto di vista sessuale alla voce che hanno le partner in “quel” periodo del mese. Le differenze sono quasi inesistenti per l’orecchio “non allenato”, ma sembra che tuttavia esse esistano e facciano bufere subcoscienti nella mente degli uomini situati nelle vicinanze.

Il “segreto” può essere d’aiuto alle coppie che “s’azzardano” a fare l’amore durante le mestruazioni e ricorrendo, ad esempio, al cosiddetto linguaggio “volgare”, possono usare pienamente questo “afrodisiaco” essenziale, che accenderà, sicuramente, una grande fiamma nella camera da letto.

6.-Gli uomini che sono alla ricerca di una partner trascurano di più le finanze. I single interessati a cambiare la propria situazione sentimentale sono molto più predisposti ad acquistare degli oggetti di lusso di quelli che non vogliono una relazione stabile, dicono gli studi, offrendo un trucco “di valore” alle signorine preoccupate anche della parte “materiale”, non solo dell’ “anima”.

Sia che lo facciano per impressionare, sia per ricompensare altre mancanze sconfortanti o solo per una soddisfacente abbondanza di soldi e di tempo libero, certo è che coloro che cercano una partner, sono più “generosi” in confronto ai loro simili, che si compiacciono di una solitudine autosufficiente o di quel va e vieni specifico delle relazioni poco importanti.

7.-Gli uomini preferiscono le donne con le forme. Anche se la prima pagina dei giornali, le passerelle di moda internazionali e le trasmissioni televisive abbondano delle presenze femminili che sembrano nutrirsi solo qualche volta con un’oliva e due chicchi d’uva nera, i sondaggi mostrano che in realtà, agli uomini piacciono le forme con un’ “aerodinamica” più generosa. Ciò che non deve diventare, però, un pretesto per un aspetto trascurato o “la tolleranza” del peso oltre la zona normale propria di ciascuna e controindicata (specialmente) per la salute.

8.-L’orgasmo “guarisce” la fobia di parlare in pubblico. La paura di parlare in pubblico, di “sopportare” l’emozione di un discorso elettrizzante, acceso e spontaneo, caratterizza molte persone che preferiscono “le quinte” a dispetto della “scena”.

Uno studio scozzese realizzato su questo tema, porta però, buone notizie a tutti gli individui ai quali dispiacciono gli applausi ed il faticoso centro dell’attenzione. Secondo i ricercatori, l’antidoto per questo “problema” non consta in lunghi anni di terapia, in slogan automotivazionali o gli intensi esercizi allo specchio (anche se, probabilmente, hanno anche questi il loro merito), ma in un semplice, ma autentico climax sessuale. Poichè, dopo l’orgasmo, alle persone è molto più facile socializzare e catturare l’attenzione di chi ha intorno.

9.-Anche se non fanno miracoli, i film pornografici aiutano. Non amati da chiunque, i film per adulti portano dei benefici nella vita sessuale degli... adulti che li seguono. Non necessariamente dall’inizio alla fine, con i popcorn e la “protezione” a portata di mano, ma anche vedendo solo delle sequenze, nei loro punti... ”forti”.

Tra le donne e gli uomini interrogati riguardo il tema, il 58% fra questi ha dichiarato che la visione delle scene pornografiche, aiuta loro a sentirsi più a loro agio con la propria sessualità e capiscono meglio i bisogni critici del partner riguardo le manovre, i trattamenti ed i limiti erotici.

Oltre, quindi, ad essere criticate o al contrario, “divorate” con pudicità a colazione, pranzo e cena, le particolari immagini possono essere usate come materiale educativo, utile per coloro che vogliono aggiungere più energia ed originalità nell’intimità.