Il feticismo robotico

Il feticismo robotico

In modo simile allʼagalmatofilia, il feticismo robotico (conosciuto anche con il nome di tecno sessualità), si basa sullʼ aspirazione di relazionarsi con un essere non umano. Nella maggior parte delle volte, questo è materializzata con il gioco di ruolo, utilizzando costumi che imitano la conformazione robotica o riproducendo i movimenti o i suoni "artificiali" caratteristici delle " macchine intelligenti ".

Quando si tratta di autostimolazione, lʼimmaginazione rappresenta il principale fattore "motore" dell'approccio, e in alcuni casi, si modella anche lʼaspirazione di diventare "cibernetico", di avere un corpo non attraversato da vene o capillari, ma da circuiti elettrici.

Dato il boom tecnologico attualmente registrato, oggettistica o addirittura partner ”sintetici” possono essere acquistati ed utilizzati a proprio piacimento dagli appassionati di questo tipo di interazioni futuristiche, ma ovviamente, con delle somme di denaro per nulla trascurabili.